Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

Il Comitato di Sorveglianza del POR FSE 2014-2020 della Regione Sardegna si è riunito in videoconferenza

Il Comitato di Sorveglianza del POR FSE 2014-2020 della Regione Sardegna si è riunito mercoledì 29 settembre, in Seduta Plenaria, per valutare l’attuazione del Programma e i progressi compiuti nel conseguimento degli obiettivi stabiliti.

Alle sessioni di lavoro del Comitato - presiedute dall’Assessora del Lavoro, Alessandra Zedda, con l’Autorità di Gestione del POR FSE 2014-2020, Roberto Doneddu – hanno partecipato i rappresentanti della Commissione Europea, Adelina Dos Reis e Bruno Cortese, del Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ezia Stella, dell’ANPAL, Gianna Donati, dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, Piergiuseppe Mulas, di Tecnostruttura, Sara Casillo, oltre ai responsabili della Regione Sardegna e del Partenariato istituzionale, economico e sociale.

Il Comitato di Sorveglianza, attivato con procedura scritta nel mese di maggio, ha approvato la Relazione Annuale di Attuazione 2020 e l’applicazione del tasso di cofinanziamento del 100% alle spese dichiarate nelle domande di pagamento del POR FSE 2014-2020 per il periodo contabile dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021 relative a tutti gli Assi.

“Esprimo particolare soddisfazione - ha dichiarato l’assessora del Lavoro, Alessandra Zedda - per la valutazione positiva espressa dal Comitato di Sorveglianza in tutte le sue componenti. Le azioni messe in campo dalla Regione Sardegna vanno nella direzione giusta. Gli impegni per aumentare l’occupazione, soprattutto giovanile e femminile, il grado di istruzione e formazione dei giovani e la promozione di iniziative per la creazione d’impresa rimangono gli obiettivi prioritari. Il risultato incassato oggi ci conforta in questa direzione”.

L’AdG del POR FSE Sardegna 2014-2020, Roberto Doneddu, sottolineando l’impegno del Programma volto a contrastare gli effetti determinati dal COVID-19 con circa 76 milioni di euro, ha posto l’accento su alcune delle principali procedure avviate, tra cui: l’Avviso “Sine Limes”, gli interventi straordinari in favore delle imprese e di differenti categorie di lavoratori, l’attuazione del “Rafforzamento della Capacità dei Servizi di Assistenza Sanitaria”, il Fondo “(R)ESISTO” e “Destinazione Sardegna Lavoro”. Ha evidenziato, inoltre, la rilevanza degli Avvisi “IN.S.I.E.M.E.”, cui sono destinati circa 2 milioni di euro e “(SI TORNA) TUTTI @ ISCOLA” con più di 7 milioni di euro, oltre ai 13,6 milioni riservati alle “Borse di studio a sostegno di studenti meritevoli privi di mezzi” per l’anno accademico 2020-2021.

Un dato che aiuta a rappresentare il risultato del lavoro svolto e le linee dello scenario prospettico è dato dal raggiungimento per il 2021 del target N+3 grazie all’avvenuta certificazione (al 31.08.2021) di oltre 176 milioni di euro. Le previsioni finanziarie per l’ultima parte del 2021 indicano una spesa totale cumulata che riuscirà a superare i 210 milioni al 31 dicembre.

Questa la fotografia della spesa monitorata al 31.08.2021 relativa ai cinque Assi prioritari: Asse 1 – Occupazione: risorse impegnate 117.557.520,72 euro, spesa ammissibile 74.819.382,82 euro; Asse 2 – Inclusione sociale e lotta alla povertà: risorse impegnate 34.758.809,50 euro, spesa ammissibile 21.428.253,47 euro; Asse 3 - Istruzione e Formazione: risorse impegnate 128.098.490,25 euro, spesa ammissibile103.428.062,53 euro; Asse 4 - Capacità istituzionale: risorse impegnate 7.587.180,18 euro, spesa ammissibile 5.550.840,03 euro; Asse 5 - Assistenza tecnica: risorse impegnate 11.316.673,14 euro, spesa ammissibile 6.985.657,61 euro.

Nel corso dell’incontro, inoltre, è stato presentato il Primo Rapporto Annuale di Valutazione del POR FSE Sardegna 2014-2020 e sono state illustrate alcune “Buone Pratiche”: il progetto “Giornate solidali” della Fondazione Giulini in collaborazione con l’Istituto Penale per Minorenni di Quartucciu finanziato dal bando PRO.PIL.E.I.; i progetti “Isola 3D” di LARISO e Iform e “Fotogrammetria per la valorizzazione dei Beni culturali e Ambientali” di LARISO e GAL Nuorese Baronia, che hanno beneficiato dell’Avviso “Green & Blue Economy” – Linee 3A e B.
Infine, il focus sul Programma FSE+ 2021-2027 ha dato risalto allo stato del confronto partenariale avviato nel 2020, alle priorità e alle relative ripartizioni finanziarie.
All’evento, svoltosi in modalità a distanza e trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del POR FSE Sardegna 2014-2020 e sul portale tematico Sardegna Programmazione, hanno preso parte oltre 200 partecipanti.

Consulta i documenti completi delle riunioni del Comitato di Sorveglianza:
https://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1384&s=280416&v=2&c=13076
© 2021 Regione Autonoma della Sardegna