Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

Comitato di Sorveglianza del POR FSE 2014-2020

Si svolgeranno martedì 29 maggio al CPLF, in via Caravaggio a Cagliari, dalle 9.00 alle 16.30, i lavori del Comitato di Sorveglianza del POR FSE 2014-2020 della Regione Sardegna, chiamato a valutare l’attuazione del Programma e i progressi compiuti nel conseguimento dei suoi obiettivi.

Il Fondo Sociale Europeo 2014-2020 in Sardegna ha a disposizione complessivamente 444,8 milioni di euro per favorire l’occupazione e assicurare opportunità lavorative più eque ai sardi, con attenzione mirata verso le categorie con maggiore difficoltà, nonché per sostenere la formazione, l’istruzione, il miglioramento della P.A..
Al 31 dicembre 2017 sono stati resi disponibili a favore dei beneficiari circa 194 milioni di euro, pari al 43,6% della dotazione complessiva, con gli Assi 1 e 3 particolarmente performanti anche rispetto alla spesa certificata.

Alle sessioni di lavoro del Comitato - che saranno presiedute dall’assessora del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale Virginia Mura con l’Autorità di Gestione Luca Galassi - parteciperanno i rappresentanti della Commissione Europea, Adelina Dos Reis e Bruno Cortese, della Presidenza del Consiglio, Serena Galizia e Monica Parrella, dell’ANPAL, Gianna Donati, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Sara Musa, dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, Annamaria Canofani e Alessandra Moroni, oltre ai responsabili della Regione Sardegna, dell’ASPAL e del Partenariato. Interverrà, inoltre, l’assessore degli Affari generali, Personale e Riforma della Regione, Filippo Spanu.

Il Comitato di Sorveglianza sarà chiamato ad esprimersi sulla Relazione annuale di attuazione relativa al 2017 e sulla proposta di modifica del POR.
Nel corso dell’incontro verrà presentato lo stato di avanzamento del Programma con specifiche informative sulle principali iniziative avviate nel 2018 e sulle previsioni per il 2019, sugli strumenti finanziari e lo scambio elettronico di dati, sulle buone pratiche e sull’ITI di Olbia. Verranno, inoltre, esaminati le attività rivolte ai migranti, le azioni per la parità di genere, lo stato di avanzamento del Piano di Rafforzamento Amministrativo, le principali attività svolte con il Piano di comunicazione, le attività nelle Aree interne e l’attuazione della IOG in Sardegna. L’Autorità di Audit e l’Autorità di Certificazione proporranno ulteriori approfondimenti inerenti il Programma.


Ordine del giorno CdS 2018 [file pdf]
© 2020 Regione Autonoma della Sardegna