Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

La Festa dell'Europa 2017

La festa dell'Europa, celebra ogni anno, il 9 maggio, la pace e l'unità in Europa. La data è l'anniversario della storica dichiarazione di Schuman: in occasione di un discorso a Parigi, nel 1950, l'allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman espose la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l'Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee.
La proposta di Schuman è considerata l'atto di nascita dell'Unione europea.
La Regione Autonoma della Sardegna - Autorità di gestione del POR FESR ricorda da anni la Festa dell’Europa con iniziative per presentare al grande pubblico i risultati della politica di coesione. La celebrazione della Festa rappresenta non solo un’occasione per scoprire l'Unione Europea, per conoscere le iniziative e i progetti realizzati sul territorio sardo con le risorse comunitarie, ma soprattutto un momento di incontro e confronto, di riflessione ed interazione per far sentire l’Europa più vicina ai cittadini, in particolare ai giovani.

La Festa dell’Europa: La Sardegna cresce con l'Europa

Quest’anno, in sinergia con le celebrazioni nazionali per il 60 anniversario della firma dei Trattati di Roma, il ruolo dell’Europa è raccontato attraverso 24 progetti che hanno avuto un impatto significativo sulla crescita della Sardegna.
Un’iniziativa per promuovere e diffondere la conoscenza sul ruolo e il contributo dei fondi europei al miglioramento della qualità di vita in Sardegna, valorizzando gli interventi realizzati nell'Isola anche con risorse comunitarie del POR FESR 2007 -2013.

Per approfondimenti e dettagli sui progetti finanziati dal POR FESR:

Storie di Progetti
Per vedere gli spot sui progetti realizzati consulta il canale del POR FESR

Il 9 maggio 2017, la Festa dell’Europa a Nuoro con le scuole coinvolte nel progetto ASOC Sardegna

In apertura delle celebrazioni, si è tenuto a Nuoro il 9 maggio, presso il Teatro Eliseo, in Via Roma 73, il primo incontro con le scuole. Sono stati premiati gli Istituti che hanno partecipato all'edizione 2016/17 del percorso ASOC Sardegna - A Scuola di Open Coesione, presso il Teatro dell’Eliseo a Nuoro. Alla presenza di 218 ragazzi e 21 docenti in rappresentanza degli istituti sardi partecipanti, l’Autorità di Gestione del POR FESR 2014-20 ha premiato le prime tre scuole sarde che si sono meglio classificate nella graduatoria nazionale.
Il progetto di monitoraggio civico “A Scuola di Open Coesione”, mira a far conoscere ai ragazzi il modo in cui i fondi comunitari sono spesi sul territorio, è promosso dal MIUR, dall'Agenzia per la Coesione Territoriale e dal Dipartimento per le Politiche di Coesione, in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. La Regione Sardegna sperimenta, come prima regione in Italia, una specifica edizione dell’iniziativa, a partire dall'anno scolastico 2016-2017, grazie a un accordo tra i promotori del progetto, i tre Europe Direct con sede in Sardegna e l’Autorità di Gestione del POR FESR 2014-20.
Il primo premio per le scuole sarde, consistente in una visita studio presso le istituzioni Europee è stato assegnato ai ragazzi del team “Janna de Mare” del Liceo E. Fermi di Alghero, che hanno analizzato il progetto “Lavori di completamento e razionalizzazione del porto di Alghero” e si sono classificati all’ottavo posto della classifica nazionale su 196 progetti conclusi.
Il secondo e il terzo premio consistono in una visita studio in Sardegna per approfondire i temi di monitoraggio civico trattati da ASOC (storytellig, open data, data journalism). Il secondo premio è stato attribuito al team “Give me fibra” del Liceo Gramsci di Olbia che ha ricevuto la menzione speciale come migliore analisi a livello nazionale di un progetto riguardante la propria scuola e che ha analizzato il progetto “Realizzazione di reti metropolitane (MAN)-Olbia”. Il terzo premio al team “Culture Academy”del Liceo G.M. Dettori di Cagliari, che ha analizzato il progetto “Museo archeologico nazionale storico di Cagliari - Piazza Indipendenza - adeguamento funzionale finalizzato alla riapertura del museo archeologico nazionale storico di Cagliari come sede espositiva e biblioteca e per il miglioramento dei servizi e dell'offerta culturale”.
Durante la giornata sono intervenuti l’Autorità di Gestione del POR FESR Sardegna 2014-2020 Graziella Pisu, il Rappresentante della Commissione Europea DG REGIO Andrea Murgia, il rappresentante del Dipartimento Politiche di Coesione - Presidenza del Consiglio dei Ministri Carlo Amati, il Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, il Referente dello Sportello Europe Direct Regione Sardegna Antonello Chessa e Mario Francesco Del Rio, per l’Istituto Scolastico Regionale.
Le scuole hanno presentato i loro progetti e si sono confrontate coi rappresentanti istituzionali durante il question time sui temi dell’Europa e dei finanziamenti comunitari.

Consulta il Programma della giornata del 9 maggio a Nuoro
Consulta la pagina sull'iniziativa "A scuola di Open Coesione"
Consulta il sito dello Europe Direct Sardegna
Consulta il sito dello Europe Direct Nuoro
Consulta il sito dello Europe Direct Sassari

L’ 11 maggio 2017, la Festa dell’Europa a Cagliari con le scuole coinvolte nel progetto L’Europa intorno

La seconda giornata dedicata alle scuole si è svolta l'11 maggio a Cagliari, presso il Teatro delle Saline. Hanno partecipato circa 250 ragazzi in rappresentanza degli Istituti che hanno seguito il percorso L’Europa intorno, l’iniziativa promossa dall'Autorità di Gestione del POR FESR 2014-20 - Centro Regionale di Programmazione - che ha coinvolto gli studenti delle scuole dei Comuni più piccoli della Sardegna in un viaggio alla scoperta dei valori e dei principi dell’Unione Europea attraverso laboratori partecipati su storytelling, sceneggiatura, recitazione e regia.
Sono intervenuti l’Assessore regionale Raffaele Paci, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda, il rappresentante della Commissione Europea Andrea Murgia, e Valter Campana per l’Ufficio Scolastico Regionale.
La giornata ha rappresentato il momento conclusivo dell’esperienza vissuta tra ottobre 2016 e febbraio 2017 dai ragazzi delle scuole di Ruinas, Teti, Masullas, Villanovaforru, Gadoni, Esterzili, Cargeghe, Ardauli e Ussaramanna.
E’ stato proiettato e presentato il cortometraggio “Coins”, della durata di 20 minuti, scritto e diretto da Matteo Incollu, su un soggetto di Laura Biagini e degli alunni della scuola media di Villanovaforru. Il cortometraggio è stato realizzato con il coinvolgimento dei ragazzi che si sono distinti per l’impegno e il talento: Mattia Piano, Andrea Loi, Jana Victoria Sanna, Tommaso Zucca, Jury Deiana, Emanuele Usai, Alice Fadda, Rachele Usai, Valeria Loi,Antonio Onali, Matteo Palmas, Giorgia Moi, Alessio Deiana, Nicola Anedda.
“Coins” sarà presentato per concorrere ai più importanti festival dedicati al cinema per ragazzi, quali il Sardinia Film Festival, il Giffoni Film Festival, il New York International Children's Film Festival, il CINECHILDREN International Film Festival, il BFF kidsfilmfest.
Oltre a presentare la loro esperienza gli studenti si sono confrontati con i rappresentanti istituzionali durante il question time sui temi dell’Europa. La giornata è stata anche un’occasione per i ragazzi per visitare il Parco Molentargius delle saline e conoscere la storia, la flora e la fauna di uno degli habitat naturali più interessanti della città di Cagliari.

Consulta il programma della giornata dell'11 maggio a Cagliari
Consulta la pagina sul progetto "l'Europa Intorno"

Ultimo aggiornamento 30.05.2017
© 2021 Regione Autonoma della Sardegna