Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

Asse 3- Miglioramento della connessione dei territori e della sostenibilità delle attività portuali

L’asse 3 intende contribuire al miglioramento delle connessioni dei nodi secondari e terziari transfrontalieri alle infrastrutture della rete europea TEN-T (Trans-European Networks – Transport) aumentando, da un lato, l’offerta di trasporto e sviluppando, dall’altro, la multimodalità. Lo stesso asse mira, inoltre, a migliorare la sostenibilità delle attività portuali contribuendo alla riduzione dell'inquinamento acustico e delle emissioni di CO2.

Il FESR attribuito all'asse 3 è di circa 26,3 milioni di euro, che corrisponde al 15,51% del FESR assegnato al programma.

Tipologie di intervento
Tra le tipologie di azione previste in tale ambito figurano studi congiunti di sistemi di trasporto multimodale, strategie e piani di azione per la sostenibilità dei servizi di trasporto, investimenti per la creazione di servizi informativi innovativi, investimenti per la sostenibilità energetica, per lo sviluppo di piattaforme logistiche e per ridurre la congestione di traffico dei porti commerciali e degli interporti.

Di seguito un elenco esemplificativo di possibili azioni finanziabili:

A) Studi congiunti per la realizzazione di sistemi di trasporto multimodali
B) Piani d’azione per la gestione congiunta di servizi di trasporto multimodale tra le isole
C) Investimenti congiunti per la creazione di servizi innovativi per la mobilità transfrontaliera
D) Studi e strategie comuni per la definizione di modelli di riduzione dell’inquinamento acustico
E) Investimenti immateriali (ITS) per la gestione del traffico comune fonte di inquinamento acustico
F) Investimenti per ridurre e controllare l’inquinamento acustico nei porti commerciali e piattaforme logistiche collegate
G) Studi congiunti per la riduzione del livello di zolfo nei porti commerciali
H) Piani d’azione e strategie congiunte per l’attuazione della Direttiva n. 2012/33/EU del 21 novembre 2012 sul tenore dello zolfo nei combustibili marini
I) Azioni pilota per sviluppare l’uso dei carburanti marittimi a basso impatto (GNL) nei porti commerciali

Beneficiari
I beneficiari potenziali sono: enti pubblici, enti pubblici equivalenti, enti di trasporto pubblico o privato locale, regionale, nazionale o internazionale, centri di ricerca pubblici e privati, università, associazioni di categoria, autorità portuali, imprese, compagnie di navigazione, capitanerie di porto.
© 2020 Regione Autonoma della Sardegna