Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

La Strategia di specializzazione intelligente (S³)

La Regione Sardegna promuove la crescita intelligente, lo sviluppo sostenibile e l’inclusione sociale, previsti nella più ampia strategia europea 2020, con la propria Strategia di specializzazione intelligente (detta S3), finalizzata a identificare le eccellenze territoriali in termini di ricerca e innovazione e a individuarne le potenzialità di crescita.

Nella costruzione della S³, la Sardegna ha valorizzato al massimo i momenti di confronto e dialogo proposti, a livello comunitario, dalla Piattaforma di Siviglia, a livello nazionale, dal Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione, nonché a livello regionale, dall’attuazione del Protocollo di Intesa siglato con le Parti Economiche e Sociali.

La S³ è il risultato di un processo di concertazione che parte dall’identificazione dei fabbisogni del territorio, dall’analisi dei punti di forza e di debolezza del sistema regionale della ricerca e dell’innovazione e delle imprese e da un’attenta lettura degli elementi di opportunità e rischio connessi. Ne è emerso che la Sardegna si caratterizza per un sistema economico e produttivo di modesta competitività, con scarsa propensione all’innovazione ma con una significativa tendenza all’investimento pubblico in ricerca e alla promozione delle tecnologie dell’informazione.

Investire in Ricerca e Innovazione e imprenditorialità con un più marcato stimolo nella traduzione dei risultati della ricerca nella produzione di beni e servizi innovativi per favorire la creazione di un sistema territoriale più competitivo, orientato alla crescita sostenibile e inclusiva, in grado di valorizzare le competenze, di crearne delle nuove e di intercettare segmenti del mercato domestico e globale e, al contempo, valorizzare le diverse dimensioni della qualità della vita e del benessere sociale.
La S³ ha individuato inizialmente 6 Aree di Specializzazione, alle quali si aggiunge la Bioeconomia, aree in cui la Regione mostra un vantaggio competitivo o un potenziale di crescita qualificata e trasformazioni economiche:

ICT
Turismo e beni culturali e ambientali
Energia
Agrifood
Biomedicina
Aerospazio
Bioeconomia

Tale scelta è avvenuta in modo condiviso, individuando insieme ai settori di innovazione anche ”ambiti specialistici” di confine tra settori diversi, nei quali la Sardegna dimostra di avere chance per lo sviluppo di prodotti o servizi.

La S³ della Sardegna (che accompagna il POR FESR 2014-2020 approvato dalla Commissione Europea il 14 luglio 2015)
Il video della S³ della Sardegna

Consulta il Tavolo di discussione S³ su Sardegna ParteciPA

Archivio:
La S³ della Sardegna (inviata alla Commissione Europea il 19 maggio 2015)
La S³ della Sardegna (inviata alla Commissione Europea il 22 luglio 2014)

Ultimo aggiornamento 15.10.2015
© 2016 Regione Autonoma della Sardegna