Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

Valutazione del FSC

La valutazione è considerata parte importante del processo di attuazione in quanto indirizzata a migliorare la qualità, l’efficacia e la coerenza della programmazione attuativa.

Le Delibere settoriali adottate dal CIPE e in particolare le Delibere CIPE 1/2011 e 41/2012, dispongono che gli strumenti di attuazione della programmazione FSC, siano essi il Contratto Istituzionale di Sviluppo, l’APQ rafforzato o l’attuazione diretta, debbano contenere, fra l’altro, la definizione di un sistema di indicatori di risultato e di realizzazione e le modalità di monitoraggio e di valutazione in itinere ed ex post.
La valutazione della programmazione del Fondo di sviluppo e coesione avviene tenendo conto delle specificità valutative dei diversi strumenti di attuazione: Contratto Istituzionale di Sviluppo, l’APQ rafforzato e attuazione diretta.

Il processo di valutazione nel Contratto Istituzionale di Sviluppo
Il ricorso alla stipula del contratto istituzionale di sviluppo è previsto per la sola realizzazione della linea d’azione “6.1.3.A. Interventi sulla rete stradale fondamentale: SS Sassari Olbia”, considerato il rilievo nazionale che tale intervento riveste.

Tale contratto prevede che l'Unità di valutazione degli investimenti pubblici (UVAL) del Dipartimento dello sviluppo e la coesione, di concerto con il Nucleo di Valutazione regionale debba:
- predisporre, entro due mesi dalla sottoscrizione del Contratto, un Piano di Valutazione contenente la descrizione delle attività valutative da realizzare da trasmettere al Comitato di attuazione e sorveglianza del CIS, per la relativa approvazione;
- acquisire ogni elemento utile all'impostazione e svolgimento delle valutazioni in itinere ed ex post;
- acquisire, organizzare ed elaborare informazioni analitiche finalizzate allo svolgimento di valutazioni di efficienza con riferimento ai costi di realizzazione e alla corretta entrata in funzione dell'investimento.
L’Unità di valutazione degli investimenti pubblici (UVAL), di concerto con il Nucleo di Valutazione regionale, predispone, a cadenza annuale, una relazione sull'attività svolta e sui risultati delle analisi valutative da rassegnare al RUC, anche ai fini della redazione delle relazioni periodiche da sottoporre al CIPE.
L’UVAL concorda con il Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della R.A.S. gli ulteriori indicatori di realizzazione e di risultato eventualmente necessari alle attività di valutazione.

Il processo di valutazione nell’APQ Rafforzato e negli strumenti di attuazione diretta
Le Delibere CIPE 166/2007, 1/2011, 41/2012 e 93/2012 dispongono che l’attuazione della programmazione FSC verrà accompagnata con valutazioni in itinere ed ex post sia con l’obiettivo di esaminare l'andamento della programmazione rispetto agli obiettivi individuati, sia al fine di fornire supporto alla sorveglianza dello stesso.

Sistema degli indicatori di realizzazione e di risultato
Per ciascun intervento deve essere individuato almeno un indicatore di realizzazione fisica/di programma, un indicatore occupazionale di cantiere e un indicatore di risultato di programma.
Tali indicatori vanno inseriti nel sistema di monitoraggio SGP, per ciascuno di essi è necessario indicare un valore iniziale in sede di sottoscrizione; un valore attuale di revisione del valore iniziale, in sede di ciascuna sessione di monitoraggio, un valore raggiunto in sede di ciascuna sessione di monitoraggio.

Valutazione in itinere ed ex post
In sede di Rapporto annuale di esecuzione (RAE) la Regione, attraverso il proprio Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, effettua una valutazione in itinere dello strumento di attuazione nel suo complesso. Tale valutazione integra il rapporto annuale di monitoraggio dello strumento allegato al RAE.
Al 31 dicembre del secondo anno successivo alla conclusione degli interventi, la Regione, attraverso il Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici redige un rapporto di valutazione ex post sull’efficacia degli stessi e sui risultati conseguiti, registrando eventuali scostamenti rispetto agli indicatori.
Tali rapporti sono trasmessi all’UVAL per le valutazioni di competenza.
© 2017 Regione Autonoma della Sardegna