Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

DSM

Il Documento strategico mezzogiorno (Dsm) delinea le politiche di sviluppo di questa peculiare area geografica, che da sempre si distingue dal resto del Paese per la sua debolezza economica.
Il Documento strategico mezzogiorno (Dsm) delinea le politiche di sviluppo di questa peculiare area geografica, che da sempre si distingue dal resto del Paese per la sua debolezza economica.
È stato elaborato in seguito ad una serie di incontri tematici tra le Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna), i Ministeri competenti e una rappresentanza del Partenariato istituzionale ed economico e sociale.

Dallo studio delle specificità dell’area, dei risultati finora raggiunti, delle difficoltà riscontrate e dei vantaggi, sono emerse la palese eterogeneità dell’area e la necessità, da parte delle Regioni, di affrontare i problemi e cogliere le opportunità in maniera unitaria.

Col Dsm le Regioni del Mezzogiorno condividono i principi generali della programmazione, sviluppano ragionamenti su alcuni ambiti rilevanti di intervento, presentano le esigenze e le opportunità comuni e individuano i programmi e i progetti da realizzare in modo unitario.

Nel documento, oltre agli impegni comuni, sono definite le proposte che ciascuna Regione intende assumere per migliorare la governance e sostenere regole, modalità attrattive e obiettivi da perseguire nelle fasi di programmazione operativa.

Il Dsr ha fornito un contributo tecnico, amministrativo e propositivo al processo di confronto partenariale allargato che ha portato alla definizione del Quadro strategico nazionale 2007-2013.


Allegati:
Documento strategico del Mezzogiorno [file.pdf]
© 2017 Regione Autonoma della Sardegna