Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

Programmazione Territoriale

Con il nuovo approccio della programmazione unitaria delle risorse regionali, nazionali ed europee, nasce la Programmazione Territoriale della Sardegna, con l’obiettivo di valorizzare le aree interne e mirare al rilancio di tutte le aree della Sardegna, puntando sulle vocazioni e potenzialità proprie di ciascun territorio. Un approccio fortemente innovativo che, unito a un sistema integrato di strumenti, consente ai principali attori dello sviluppo locale un’effettiva partecipazione alle scelte strategiche regionali.

La Programmazione Territoriale, come previsto nel Programma Regionale di Sviluppo 2014-2019, prevede l’assoluto protagonismo dei territori, con il coinvolgimento delle Unione di Comuni o delle Comunità Montane, nella definizione di progetti di sviluppo, anche come accompagnamento degli Enti Locali nel processo di definizione del nuovo assetto territoriale previsto dalla legge regionale 2/2016 "Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna".

La Regione Sardegna, attraverso il Centro Regionale di Programmazione, che coordina l’intero processo, e le direzioni generali dei diversi assessorati competenti per materia, accompagna i territori nella scelta delle idee vincenti che andranno a costituire il Progetto di Sviluppo Territoriale. Il percorso prevede il coinvolgimento della Segreteria Tecnica del Partenariato, nel supporto alle parti istituzionali, economico e sociali e alle imprese, nella definizione della strategia di sviluppo per il territorio.

Si accede alla procedura attraverso la manifestazione d’interesse , senza scadenze stringenti perché aperta fino al 31 dicembre 2018 e senza mettere i territori in competizione fra loro, mirando a costruire progetti di sviluppo del territorio validi e finanziabili , attingendo dai Programmi Nazionali ed Europei.
Poche regole, dunque, e molto chiare: la domanda può essere presentata solo da Comuni associati in Unioni o Comunità montane, il progetto deve partire dal basso, coinvolgere anche le imprese locali e realizzarsi in 36 mesi.

Completano infine il quadro della programmazione unitaria altri Strumenti di sviluppo.

Ad oggi:

Manifestazioni di interesse presentate 20 aggregazioni territoriali

Tavoli di co-progettazione attivati 14 tavoli di co-progettazione attivi

Accordi sottoscritti 9 Accordi sottoscritti

Le risorse programmate 83 milioni di euro di nuovi investimenti programmati

La percentuale di territorio coinvolto 85% dei Comuni coinvolti

© 2018 Regione Autonoma della Sardegna