Vai al contenuto della pagina
PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLA SARDEGNA

Competitività Territoriale

Lo sviluppo locale oggi in Sardegna è perseguito in un’ottica di programmazione unitaria territoriale, di concentrazione delle risorse e interconnessione degli strumenti di programmazione disponibili a livello comunitario, nazionale e regionale per consentire una più efficace e valutabile operatività in ambito locale, con priorità nelle aree di crisi e nei territori svantaggiati.
Lo sviluppo locale oggi in Sardegna è perseguito in un’ottica di programmazione unitaria territoriale, di concentrazione delle risorse e interconnessione degli strumenti di programmazione disponibili a livello comunitario, nazionale e regionale per consentire una più efficace e valutabile operatività in ambito locale, con priorità nelle aree di crisi e nei territori svantaggiati.
La coesione e la competitività della Regione nel suo complesso è perseguita attraverso:
- il sostegno allo sviluppo, alla competitività e all’innovazione;
- il contrasto alla crisi congiunturale e il sostegno all’occupazione;
- lo sviluppo territoriale e il sostegno alle filiere locali.

In questo quadro, sono stati inoltre definiti nuovi strumenti di sviluppo per la promozione e il sostegno alle imprese e alle reti di imprese, con una particolare attenzione alle aree di crisi come:

Il Fondo competitività e sviluppo che finanzia programmi integrati di investimenti pubblici per la realizzazione di infrastrutture, servizi e incentivi.

I Progetti di Filiera e Sviluppo (PFSL) che operano come strumenti di governo nell’ambito dei processi di sviluppo e di incentivazione in Aree di Crisi o Territori Svantaggiati e su Filiere produttive specifiche, con accesso alle agevolazioni territorializzate o priorità nei bandi regionali.

Contratto di Investimento (CI) destinato ad attrarre o sviluppare nuovi investimenti innovativi di media dimensione, preferibilmente in una logica di filiera, delle singole imprese o delle reti d’imprese, anche in collaborazione con organismi di ricerca in ambito tecnologico-produttivo e turistico.

Pacchetto integrato di agevolazione (PIA) destinato a completare l’offerta localizzativa, con contributi a fondo perduto per l’investimento produttivo, l’innovazione, i servizi reali e la formazione. E' destinato alle singole imprese anche in collaborazione con gli organismi di ricerca ed è finalizzato a innovare e ammodernare la struttura produttiva e l’offerta turistica della Sardegna.

Fondo regionale di garanzia
per favorire l'accesso al credito delle PMI operanti in Sardegna e intende supportare il consolidamento e lo sviluppo delle imprese. Il fondo rilascia di garanzie fino all’ 80% a prima richiesta su linee di credito concesse dagli intermediari finanziari alle PMI anche nella forma della cogarazia e controgaranzia.

Fondo regionale per la reindustrializzazione nelle aree industriali (FRAI) che finanzia l’acquisto e la riattivazione produttiva di fabbricati industriali in disuso in particolare nelle aree di crisi individuate a fronte di un valido piano di sviluppo aziendale. Opera attraverso la forma tecnica del leasing finanziario a condizioni di mercato. Possono formare oggetto di intervento: i fabbricati industriali in disuso e/o in corso di dismissione, i nuovi fabbricati nelle aree di reindustrializzazione, interi compendi aziendali in caso di riattivazione.

© 2017 Regione Autonoma della Sardegna